Sviluppo Manageriale, Leadership e formazione aziendale e manageriale

Come creare il budget di un progetto

Come creare il budget di un progetto

Progetti e management: guida alla creazione del budget

La creazione di un qualsiasi progetto, indipendentemente dall'idea che si ha in testa, dall'entità del progetto stesso e dalle potenziali risorse economiche di cui il piano necessiterà, è un processo lungo e articolato.

Dalle questioni burocratiche a quelle prettamente finanziarie, passando per la delineazione di un piano approfondito relativo ai vari step da perseguire insieme ai propri soci, la costituzione del progetto comporterà un impegno senza precedenti, un impegno che, per ovvie ragioni, dovrà risultare costante e prolungato nel tempo.

Nello specifico, è sbagliato pensare che una volta concepita l'idea della vita ci si catapulti automaticamente a metà dell'opera. Nulla di più folle.

La costituzione del budget progettuale, infatti, partirà sì da un'idea di fondo, vale a dire l'obiettivo finale coincidente con l'entità del progetto stesso, ma dovrà tenere conto di aspetti economici e legali di importanza assoluta ai fini dell'operatività del proprio team nel pieno rispetto della legge. Cerchiamo dunque di venirne a capo, definendo quelli che sono i passaggi da rispettare per creare un budget di tutto rispetto per il proprio progetto personale.

La delineazione dell'idea e la valutazione dei costi

Il primo passo da compiere nel lungo iter relativo alla creazione di un budget progettuale è quello di delineare con certezza la propria idea di progetto.

Questo significa, in poche parole, porre le basi per il progetto vero e proprio, oltre che stabilire gli obiettivi che il team di lavoro intende raggiungere. Fatto ciò, il passaggio immediatamente successivo riguarda la valutazione dettagliata e approfondita dei possibili costi del progetto.

Tuttavia, va specificato che i costi rappresentano solamente una piccola fetta degli aspetti economici da tenere in considerazione: ad essi, infatti, andranno affiancate stime relative ai possibili guadagni, alle entrate e a qualsiasi altro fattore in grado di influenzare il progetto sul piano finanziario.

L'analisi costi/benefici

Entrando nel dettaglio, l'analisi costi/benefici potrà essere effettuata direttamente all'interno della propria azienda (magari tramite software) o, al contrario, affidandosi ad esperti del settore quali notai e avvocati. Nulla toglie all'azienda la possibilità di operare in maniera del tutto indipendente, lasciando che siano i ragionieri e i contabili dell'impresa a valutare tutto ciò che riguarda il lato economico della questione.

Inoltre, come già sottoscritto, è pur sempre possibile lavorare sul piano informatico attraverso l'utilizzo di un software dedicato: al giorno d'oggi esistono centinaia di soluzioni informatiche valide e create appositamente per facilitare i compiti manageriali delle aziende, il che significa lasciare che sia l'elettronica a stabilire l'eventuale entità del budget per un determinato progetto aziendale.

La costituzione del budget

Infine, l'ultima operazione consisterà nella creazione vera e propria del budget progettuale. In questo caso si passerà dalla teoria (analisi costi/benefici) alla pratica, adottando la soluzione più adatta alle potenzialità economiche dell'azienda. Tra le scelte da effettuare al fine di creare il budget definitivo per il progetto troviamo innanzitutto la possibilità di fare affidamento sulle risorse dei soci interessati all'idea dell'azienda.

In alternativa, però, è pur sempre possibile rivolgersi agli istituti bancari per la richiesta di un finanziamento, a patto che l'azienda stessa goda di un profilo economico/finanziario consolidato. Per ottenere un finanziamento da una banca o un ente creditizio è necessario presentare l'idea di progetto (con tanto di analisi e prospetti) in maniera dettagliata, in maniera tale da comunicare all'istituto in che modo i soldi verranno impiegati (e, successivamente, restituiti).

A questo punto si sarà finalmente ottenuto un budget di progetto certificato, l'ideale per dare vita al nuovo piano di lavoro.

Lunedì, 15 Luglio 2019. Postato in Gestione Aziendale, Hard Skill

Ultimi articoli

  • Le 7 caratteristiche di un pessimo capo

    Le 7 caratteristiche di un pessimo capo

    Avere un pessimo capo influisce in maniera negativa sulle prestazioni e sui risultati dei dipendenti sul posto di lavoro. Si tratta di un problema che interessa moltissime aziende e organizzazioni. Infatti secondo alcune ricerche tre lavoratori su quattro detestano il loro capo

  • 5 errori da evitare per non confondere il tuo team

    5 errori da evitare per non confondere il tuo team

    Essere il manager di un'azienda vuol dire avere responsabilità nei confronti di un gruppo di lavoro e decidere quale strada intraprendere per raggiungere determinati obiettivi. Le decisioni devono essere prese in

  • La felicità in azienda è una componente importante?

    La felicità in azienda è una componente importante?

    Le aziende che considerano la felicità dei loro dipendenti come una priorità su cui fare affidamento sono in grado di realizzare una maggiore produttività e un migliore rendimento economico.

  • Mappature delle competenze

    Mappature delle competenze

    Si dice spesso che le aziende debbano godere di una pianificazione in cui tracciare i propri prodotti e la fase di produzione ad essa legata in modo da risultare concorrenziali

  • Smart working: cosa fare per mantenere i collaboratori motivati e produttivi

    Smart working: cosa fare per mantenere i collaboratori motivati e produttivi

    Il lockdown che abbiamo vissuto ha modificato in maniera radicale, da un giorno all’altro, le modalità di lavoro delle imprese italiane; quanto a lungo ancora

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto