EDILIZIA, CRIBIS FOTOGRAFA L’ANDAMENTO DEI PAGAMENTI A SETTEMBRE 2018

EDILIZIA, CRIBIS FOTOGRAFA L’ANDAMENTO DEI PAGAMENTI A SETTEMBRE 2018
  • Dal punto di vista territoriale, le aree con una maggiore concentrazione di imprese edilizie sono la Lombardia (17,8%) e il Lazio (10,2%)
  • Il settore degli Installatori è quello che registra le performance migliori, con il 42,6% di pagamenti puntuali, seppur in calo rispetto allo stesso periodo del 2017
  • A confronto con il 2010 tutti i settori mostrano una diminuzione di pagamenti regolari

Milano, 27 novembre 2018 – Secondo quanto emerso dallo Studio Pagamenti realizzato da CRIBIS, società del Gruppo CRIF specializzata nella business information, l’andamento di pagamenti a settembre 2018 mostra un lieve calo rispetto allo stesso periodo del 2017 (-1,9%), leggermente al di sotto anche dei dati rilevati a giugno 2018 (-0,4%). Lo scenario fotografato da CRIBIS mostra un calo dei pagamenti puntuali rispetto all’anno precedente pari all’1,9% (36,3% a settembre 2018 contro 38,2% a settembre 2017), a fronte di un lieve aumento delle aziende con ritardo nei pagamenti superiore ai 30 giorni (11,3% a settembre 2018 contro 10,5% a settembre 2017). I principali indicatori dello studio realizzato da CRIBIS sono, da un lato, la tendenza delle aziende a pagare i propri fornitori entro la data di scadenza e, dall’altro, i dati relativi ai ritardi considerati gravi, in caso di saldo oltre 30 giorni dal termine stabilito.

20181129 cribis corpo1

Fonte: CRIBIS

Il settore Edilizia

I dati rilevati dalla nostra analisi a settembre di quest’anno si mantengono in linea con il trend degli ultimi anni: nonostante un lieve calo dei pagamenti puntuali rispetto al trimestre precedente, le aziende regolari nei pagamenti si attestano al 36,3%” – ha commentato Marco Preti, Amministratore Delegato di CRIBIS – “Seppur in calo dell’1,9% a confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente, la situazione generale si mantiene pressoché stabile, in un Paese come il nostro in cui però si paga ancora con una media di 82 giorni: quasi 3 mesi per incassare una fattura, con punte di 127 giorni nella Sanità. Tempi di pagamento ben più lunghi della media europea e di molti altri Paesi a livello internazionale”.
In particolare” – conclude Preti – “tra i 3 macro settori analizzati, le performance migliori sono rilevate dalle aziende del comparto Installatori (42,6% di pagamenti puntuali), che raggruppano quasi il 65% della totalità delle imprese edilizie. Le aziende che pagano con una percentuale più alta di ritardi superiori ai 30 giorni sono quelle attive nell’Edilizia specializzata (13,6% di ritardi gravi e solo il 30% di pagamenti regolari) e, più in generale, la percentuale di imprese con ritardi superiori ai 30 giorni resta lontana dai livelli del 2010. Per quanto riguarda il settore della costruzione di edifici, quello più interessante sotto l’aspetto dell’impatto sull’economia, si nota un calo dei pagamenti puntuali del 10,4% e un aumento dei ritardi oltre i 30 giorni del 19,7%”.

20181129 cribis corpo2

20181129 cribis corpo3

Fonte: CRIBIS

Le 723.800 aziende che operano in Italia nel settore Edilizia si suddividono in Costruzione di edifici (33,4%), Edilizia specializzata (1,7%) e Installatori (64,9%) e si concentrano maggiormente in Lombardia (17,8%) e nel Lazio (10,2%).

Settore “Costruzione di edifici”

A confronto lo stesso periodo del 2017, il settore della Costruzione di edifici registra un calo dei pagamenti puntuali, scendendo dal 41,2% al 37%, seppur al di sopra del dato nazionale. Parallelamente, salgono al 12,2% le imprese con ritardi gravi nei pagamenti, contro il 10,2% di settembre 2017 e ben più lontane dai livelli del 2010 (5,4%). A livello territoriale, il Nord Italia è l’area con la più elevata percentuale di imprese puntuali in questo settore, con dati ben superiori alla media nazionale (48,5% nel Nord Est e 45,7% nel Nord Ovest), mentre le situazioni più critiche si rilevano nell’area Sud e Isole (23,1%).

Settore “Edilizia specializzata”

All’interno del comparto dell’Edilizia sono le imprese attive nel settore dell’Edilizia specializzata a registrare le performance più negative in materia di pagamenti puntuali (solo il 30%), al di sotto del dato nazionale (36,3%), tornando ai livelli del 2010.
Da segnalare, inoltre, che le imprese di questo comparto rilevano l’aumento più significativo di ritardi oltre i 30 giorni a confronto con lo stesso periodo del 2017, pari a ben il 25%. Guardando alla distribuzione sul territorio delle aziende di questo comparto, il Nord Est si conferma l’area con la più alta concentrazione di aziende puntuali (38,1%), seguita da Nord Ovest (35%), Centro (29,9%) e Sud e Isole (19,6%).

Settore “Installatori”

A settembre 2018, il settore degli Installatori è quello con le performance migliori: il 42,6% delle imprese paga alla scadenza i propri fornitori (al di sopra del dato nazionale del 36,3%), seppur tornando ai livelli del 2010 e registrando un calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (47,5%).

Le imprese in grave ritardo nei pagamenti si fermano all’8,9%, registrando la percentuale più bassa tra i vari settori del comparto edilizio, in aumento rispetto a settembre 2017 ma in netto calo a confronto con il 2013 (12,4%). Il Nord Est è l’area con maggiore concentrazione di imprese puntuali (53%), seguito da Nord Ovest (47,7%) e Centro (39,5%). Nell’area del Sud e Isole, invece, solo il 23,1% di aziende rispetta le scadenze nei pagamenti.


www.cribis.com
contattaci@cribis.com
Numero verde: 800821058

Mercoledì, 28 Novembre 2018. Postato in Accade nel mondo, News

Ultimi articoli

  • Le 7 caratteristiche di un pessimo capo

    Le 7 caratteristiche di un pessimo capo

    Avere un pessimo capo influisce in maniera negativa sulle prestazioni e sui risultati dei dipendenti sul posto di lavoro. Si tratta di un problema che interessa moltissime aziende e organizzazioni. Infatti secondo alcune ricerche tre lavoratori su quattro detestano il loro capo

  • 5 errori da evitare per non confondere il tuo team

    5 errori da evitare per non confondere il tuo team

    Essere il manager di un'azienda vuol dire avere responsabilità nei confronti di un gruppo di lavoro e decidere quale strada intraprendere per raggiungere determinati obiettivi. Le decisioni devono essere prese in

  • La felicità in azienda è una componente importante?

    La felicità in azienda è una componente importante?

    Le aziende che considerano la felicità dei loro dipendenti come una priorità su cui fare affidamento sono in grado di realizzare una maggiore produttività e un migliore rendimento economico.

  • Mappature delle competenze

    Mappature delle competenze

    Si dice spesso che le aziende debbano godere di una pianificazione in cui tracciare i propri prodotti e la fase di produzione ad essa legata in modo da risultare concorrenziali

  • Smart working: cosa fare per mantenere i collaboratori motivati e produttivi

    Smart working: cosa fare per mantenere i collaboratori motivati e produttivi

    Il lockdown che abbiamo vissuto ha modificato in maniera radicale, da un giorno all’altro, le modalità di lavoro delle imprese italiane; quanto a lungo ancora

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto