Parlare in pubblico, che ansia!

Parlare in pubblico, che ansia!

La paura di parlare in pubblico affligge tantissime persone di età diversa. Si tratta di una forma di fobia sociale e, quando il panico prende il sopravvento, è difficile riuscire a mantenere la calma ed essere lucidi: soprattutto quando bisogna parlare in pubblico nelle situazioni formali, di fronte a parenti, amici, o colleghi. Per molti, infatti, trovarsi al centro dell'attenzione mette a disagio, dato che include la possibilità di fare un errore, il timore del giudizio altrui e tanto altro.

Questa ansia sociale è estremamente diffusa, al punto da essere una delle più comuni: si tratta di un fattore potenzialmente molto stressante. L'ansia infatti può provocare tremori, tachicardia, arrossamento, sudorazione, confusione e può sfociare in un attacco di panico. Tuttavia, esistono dei modi per cercare di venirne a capo e superare la paura. Ci sono infatti diversi esercizi e strategie, ma è molto utile anche un'attenta riflessione per cercare di comprendere le ragioni che scatenano l'ansia di parlare in pubblico.

L'ansia di parlare in pubblico: principali cause

La paura di parlare in pubblico può avere diversi livelli di intensità, in base ai quali si definisce come ansia sociale o come fobia sociale. Può manifestarsi a qualunque età in seguito a un trauma oppure può essere una paura che è sempre stata presente. Due grandi studiosi dei disturbi legati all'ansia, Clark e Wells, hanno elaborato dei modelli che spiegano le ragioni che possono scatenare l'ansia di parlare in pubblico in un individuo. Essi focalizzano l'attenzione sulle cosiddette "convinzioni condizionali", ovvero dei pensieri dalla forte carica emotiva che proiettano negatività sull'imminente situazione in cui si dovrà parlare in pubblico.

Benché non siano la causa scatenante di questa ansia sociale, le convinzioni condizionanti hanno un grande impatto sull'individuo, in quanto agevolano la formulazione di pensieri negativi, che influenzano lo stato mentale del soggetto. Ciò porta ad un intensificarsi dell'ansia e di conseguenza, aumentano le probabilità che parlando in pubblico non si riesca effettivamente a dare il meglio di sè, poiché la tensione sarà troppo forte. Pensieri come "Non riuscirò a mantenere la calma", "Gli altri noteranno che sono teso", "Comincerò a balbettare, dimenticherò cosa devo dire" e via dicendo. Pensare in questo modo rende più probabile che l'ansia prenda effettivamente il sopravvento, poiché non fanno che accrescerla.

Come vincere la paura di parlare in pubblico

Cercare di comprendere le ragioni che si celano dietro l'ansia di parlare in pubblico può essere molto utile, ma non è indispensabile per superarla. Inoltre, se non c'è un'effettiva causa scatenante ma si tratta di un disturbo che si manifesta fin dall'infanzia, può essere molto difficile capire perché si ha paura di parlare in pubblico. Ci sono però diverse accortezze e degli esercizi che possono migliorare la situazione e possono persino portare a vincere del tutto questa paura:

  • preparare il discorso e organizzarlo: la preparazione è fondamentale, aiuta ad avere una buona cognizione di ciò che si andrà a dire e quindi contribuisce ad accrescere la sicurezza. È bene strutturare l'intervento in modo logico, suddividendolo in una parte iniziale, una centrale e una finale;
  • esercitarsi nel ripetere il discorso: è meglio ripetere più volte il proprio intervento, facendo però attenzione a non imparare ogni parola a memoria. In questo modo si avrà una buona conoscenza di tutti i passaggi e si sapranno connettere in modo spontaneo, evitando di risultare rigidi o artificiali;
  • fare un esercizio di respirazione prima del discorso: può sembrare banale ma una corretta respirazione, profonda e regolare, aiuta ad abbassare i livelli di ansia e mantenere lucidità. Alcuni minuti di esercizi di respirazione saranno estremamente benefici prima di parlare in pubblico;
  • lavorare sulla propria voce e sulla postura: quando si parla in pubblico, cercare di parlare a voce alta sarà di grande aiuto. Una voce forte e sicura cattura l'attenzione degli astanti e rende il parlante più a suo agio in quella situazione. Anche badare alla postura è importante, ad esempio evitando di mantenere una postura chiusa. Meglio allargare le braccia e cercare di dimostrarsi disinvolti;
  • non farsi spaventare dalle critiche: è normale temere il giudizio negativo altrui, ma non bisogna permettere che diventi un ostacolo insormontabile. Per quanto non facile, bisogna cercare di mantenere un atteggiamento positivo e accogliere le critiche come un'opportunità per migliorarsi.
Lunedì, 05 Novembre 2018. Postato in Soft Skill, Comunicazione

Ultimi articoli

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto