Nuove figure professionali: Innovation Manager

Nuove figure professionali: Innovation Manager

Chi è l'Innovation Manager

Quella dell'Innovation Manager è una figura professionale nuova, nata dalle esigenze delle aziende che vogliono innovarsi, puntando sulla digitalizzazione dei processi, sulle moderne forme di comunicazione e marketing e su idee tecnologiche innovative. Ecco perché oggi sempre più aziende stanno scegliendo di affidarsi all'Innovation Manager, che può essere un consulente esterno o un dipendente, da formare per garantire tutte le giuste competenze nel settore.

Bisogna infatti considerare che questo nuovo professionista è una figura complessa, in grado di garantire competenze in diversi settori per scegliere le strategie da effettuare per quanto riguarda l'organizzazione aziendale, le tecnologie da utilizzare e i diversi processi produttivi e di marketing da portare avanti. Lo scopo principale per cui l'Innovation Manager deve essere in grado di creare questi cambiamenti è unico: trovare soluzioni digitali che permettano il miglioramento delle attività aziendali, della comunicazione, dei ruoli e, naturalmente, del fatturato.

L'Innovation Manager e l'Industria 4.0

La creazione di una nuova figura professionale come quella dell'Innovation Manager è stata fortemente spinta dalla nascita dell'Industria 4.0. Con questo termine il Ministero dello Sviluppo Economico indica tutti quei processi che portano all'introduzione di nuove tecnologie di produzione e alla digitalizzazione di molti processi per incrementare la produttività creando modelli di business sempre nuovi e attuali, secondo quanto richiesto dal moderno mercato.

L'idea di un'azienda statica, poco visibile in rete e che non fa uso delle moderne tecnologie comunicative oggi è ampiamente superata. Tuttavia sono ancora molte le PMI che ancora non si sono adattate alla nuova modalità di fare business perché non in grado di utilizzare le tecnologie necessarie per effettuare il cambiamento. In questo contesto si inserisce la figura dell'Innovation Manager, con le sue competenze ed idee da adattare in maniera sempre diversa a seconda dell'azienda con cui deve lavorare.

L'industria 4.0 è infatti una realtà dinamica e moderna, in grado di produrre idee innovative e che sappia far funzionare tutti i meccanismi di comunicazione, sia interni che esterni, per incrementare il coinvolgimento dei dipendenti da un lato e della clientela dall'altro. Tuttavia stravolgere una realtà produttiva statica non è mai l'idea migliore: ecco perché l'Innovation Manager deve sapere procedere passo dopo passo, valutando con attenzione la situazione di partenza e pianificando gli step da effettuare per arrivare, entro un determinato periodo di tempo, a un livello migliore. 

Va sottolineato che non è sempre facile riuscire a rivoluzionare le abitudini che sono spesso radicate all'interno di un'azienda. Proprio per questo motivo l'Innovation Manager dovrà anche saper valutare i tempi necessari per realizzare il cambiamento completo.

Consulente esterno o dipendente?

Come già accennato la figura dell'Innovation Manager può essere svolta in due differenti modi, ossia come consulente esterno di un'azienda oppure come dipendente.

Nel primo caso, l'Innovation Manager è un vero e proprio professionista che viene contattato dalle aziende per contratti a tempo o per consulenze relative a un determinato lavoro.

In altri casi si può scegliere di affidare a un dipendente l'incarico di Innvation Manager: solitamente la scelta dell'azienda ricade su qualche addetto del settore informatico o tecnologico, al quale viene assegnato il nuovo ruolo. Spesso, le aziende più grandi, non dispongono solo di un professionista esperto nell'innovazione ma di un vero dipartimento, con a capo un direttore. Si tratta naturalmente di una soluzione che permette di produrre regolarmente idee progettuali, di monitorare gli aspetti legati alla rete, di aggiornare continuamente il settore della comunicazione e di sviluppare strategie e tecnologie di produzione per una continua crescita dell'azienda stessa.

Le competenze di una nuova figura professionale

Da come visto quella dell'Innovation Manager può essere considerata una figura professionale molto completa e complessa. Poter definire le competenze di questo professionista non è semplice. Per poter svolgere al meglio il proprio lavoro, infatti, un Innovation Manager deve possedere un'elevata elasticità mentale, che si rispecchia nella sua abilità a proporre il cambiamento senza tuttavia stravolgere la mission dell'azienda in cui opera.

Per produrre un cambiamento, inoltre, si deve essere in grado di essere convincenti e persuasivi: per questo motivo la capacità di comunicazione e una certa leadership sono qualità fondamentali per l'Innovation Manager. Uno dei primi ostacoli che incontra questo professionista, infatti, è lo scetticismo verso il cambiamento, tipico delle realtà old syle, che però oggi non può più competere con il mercato moderno.

Le elevate competenze dell'Innovation Manager nella maggior parte dei casi derivano da una formazione nel settore dell'ICT o nel Marketing. Il motivo è facilmente intuibile: questo professionista deve infatti avere confidenza con tutti i diversi linguaggi di comunicazione e del marketing ma, allo stesso tempo, dell'innovazione. Inoltre, è chiaro che i continui aggiornamenti nelle strategia di vendita e nella digitalizzazione dei processi di vendita permette all'Innovation Manager di avere competenze sempre più complete, permettendo così una maggiore possibilità di inserimento all'interno dell'organico aziendale o come consulente esterno.

Il Voucher per l'Innovation Manager

L'importanza di questa figura professionale è stata riconosciuta anche dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha attuato il "Voucher per l'Innovation Manager", per favorire l'inserimento di tali figure e per realizzare un elenco di manager abilitati che potranno operare in questo nuovo settore dell'innovazione aziendale.

Lunedì, 23 Settembre 2019. Postato in Risorse umane, Soft Skill

Articoli più letti

  • Il nuovo Dress Code nel Business

    Il nuovo Dress Code nel Business

    Lo stesso concetto di essere professionali e contemporaneamente comodi vale anche per le donne, per le quali è magari più facile lasciare spazio alla propria personalità aggiungendo quel tocco in più con gli accessori per completare il proprio look casual business.

  • La concorrenza sleale: come si manifesta e come difendersi.

    La concorrenza sleale: come si manifesta e come difendersi.

    La concorrenza è il fondamento del mercato e della vita delle aziende che operano al suo interno e assicura che il confronto tra le imprese avvenga in base ai prodotti o ai servizi offerti ai consumatori e ai prezzi che vengono praticati. Un mercato concorrenziale stimola inoltre le

  • L’Associazione Temporanea di Impresa

    L’Associazione Temporanea di Impresa

    Si parla di Associazione Temporanea di Imprese o A.T.I. quando più imprese si uniscono per partecipare insieme alla realizzazione di uno specifico progetto, per il quale individualmente le stesse non possiedono tutte le competenze operative o le caratteristiche necessarie per la sua realizzazione.

     

  • Soft skills: un modello di valutazione delle competenze manageriali e relazionali

    Soft skills: un modello di valutazione delle competenze manageriali e relazionali

    Le Aziende, sia del comparto industriale che dei servizi, hanno sempre ricercato modelli efficaci per valutare le competenze manageriali ...

  • Procurement, una funzione sottovalutata

    Procurement, una funzione sottovalutata

    Quando si pensa alle funzioni strategiche all’interno di un’organizzazione, vengono alla mente quelle aree o dipartimenti che hanno a che fare con i clienti: marketing, vendite, business development e, grazie alla rivoluzione digital, l’IT. Più lontani, a livello di visione strategica, restano, agli occhi dei più, le Risorse Umane e il Procurement, quest’ultimo considerato più una 

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto