Smart working: cosa fare per mantenere i collaboratori motivati e produttivi

Smart working: cosa fare per mantenere i collaboratori motivati e produttivi

Il lockdown che abbiamo vissuto ha modificato in maniera radicale, da un giorno all’altro, le modalità di lavoro delle imprese italiane; quanto a lungo ancora lavoreremo da remoto? Che tipo di impatto avrà sulla produttività? Essere distanti ormai da mesi dai membri del team, l’incertezza sui passi futuri, hanno un impatto sulla forza lavoro in modi unici e soggettivi.

Le prestazioni dei dipendenti che lavorano da remoto possono variare. Alcune persone hanno difficoltà ad adattarsi al nuovo modo di lavorare. Altri sono fiorenti. E la maggior parte sarà da qualche parte nel mezzo.

Le aziende ansiose di mantenere i livelli prestazionali pre-blocco esplorano modi per supportare la loro forza lavoro remota. Non esiste una soluzione unica per tutti. Tuttavia, ci sono diverse cose che i datori di lavoro possono fare per tracciare, mantenere e rafforzare produttività e motivazione.

Ecco cinque iniziative che le organizzazioni possono prendere in considerazione per migliorare le prestazioni.

Rimani connesso

Comunicare in modo efficace e regolare chiarisce priorità e compiti, mantenendo tutti in contatto e garantendo alle persone di capire cosa ci si aspetta da loro. La tecnologia odierna non si limita all'e-mail o al telefono, sebbene siano ancora inestimabili; le organizzazioni dovrebbero rendere disponibili diversi mezzi di comunicazione al proprio personale: applicazioni di videochiamata faccia a faccia stanno diventando molto popolari tra i team che lavorano a distanza, in quanto sono un ottimo modo per mantenersi aggiornati sui progetti e per condividere idee.

I manager potrebbero prevedere sessioni one-to-one con i membri del proprio team per mantenersi aggiornati sulle prestazioni e fornire feedback in merito all’andamento delle attività. Non più una valutazione una tantum delle performance, ma colloqui costanti che, gestiti in modo efficace possono essere estremamente utili per coinvolgere i dipendenti e mantenere sempre un canale di comunicazione aperto.

In questo modo è più semplice anche prevenire sentimenti di isolamento. I lavoratori a distanza che vivono da soli sono particolarmente sensibili allo stress e alla solitudine. I datori di lavoro e i team delle risorse umane possono aiutare tutti i loro dipendenti, compresi quelli che potrebbero essere più vulnerabili, mantenendo regolari linee di comunicazione. La lotta contro l'isolamento può aiutare i dipendenti a sentirsi più felici e motivati, il che si spera si rifletta positivamente nelle loro prestazioni lavorative.

Abbiamo parlato di come mantenere una buona comunicazione con i collaboratori quando si lavora a distanza in uno dei nostri ultimi webinar. Clicca qui per guardarlo>>

Incoraggia la gestione dello stress

Il bilanciamento dei carichi di lavoro con pause regolari, abitudini alimentari sane ed esercizio fisico dovrebbe aiutare tutti i dipendenti a gestire lo stress in modo più efficace ed a mantenersi produttivi.

Staccare dal lavoro regolarmente è essenziale per una buona salute mentale: i benefici di una pausa sono ben documentati. Le risorse umane dovrebbero incentivare le persone a mantenere un buon equilibrio tra lavoro e vita privata, anche ora che si svolgono entrambi a casa: dare tempo a corpo e mente di rilassarsi può facilitare lo svolgersi di compiti complicati, ripristinare la motivazione e combattere lo stress e l'esaurimento.

Oggi più che mai, i datori di lavoro dovrebbero sottolineare l'importanza di mantenere il confine tra spazio personale e professionale (fisico e mentale).

I responsabili delle risorse umane ed i manager possono anche spiegare l'importanza di stabilire un programma e avere la disciplina per attenersi ad esso. Spegnere il computer alla fine della giornata lavorativa è molto importante, così come il silenziamento delle notifiche e-mail di lavoro sui telefoni cellulari.

Ottimizza la gestione a progetto

In un'impostazione remota, il lavoro si basa sempre di più su attività da portare a termine e non sull’effettivo tempo lavorato. In questo modo la produttività può rimanere altrettanto efficiente rispetto a prima. La gestione del lavoro a progetto può essere supportata da una varietà di strumenti e risorse per la collaborazione, che i responsabili delle risorse umane dovrebbero incoraggiare ad utilizzare ed utilizzare essi stessi.

Avere a disposizione uno spazio online in cui reperire i materiali necessari per portare avanti un’attività e scambiarsi opinioni con i colleghi, è fondamentale perché tutti siano aggiornati sullo stato di avanzamento del progetto ed affinché si lavori su una base dati omogenea.

Usa il time-tracking in modo responsabile

Il tracciamento del tempo non deve necessariamente equivalere a quella che viene chiamata microgestione, ovvero un controllo costante e capillare da parte del manager sulle attività del collaboratore; se utilizzato in modo responsabile, il time tracking può aiutare ad impostare la giornata con maggiore flessibilità, indispensabile quando si lavora da remoto e si deve conciliare il lavoro con le incombenze private quotidiane. Affinché il monitoraggio del tempo abbia un impatto positivo sulla produttività, i datori di lavoro devono essere estremamente trasparenti su come avverrà il tracciamento e su come questo possa avvantaggiare sia l'azienda che i dipendenti.

Il monitoraggio del tempo fornisce informazioni interessanti sui carichi di lavoro di ciascun collaboratore, rivelandosi prezioso per dipendenti e manager in caso di conversazioni sulle prestazioni.

Le funzionalità di gestione delle presenze di Cezanne HR ti consentono di fare quanto sopra e di più, dal rimanere sempre aggiornato sul progredire dei progetti al processo di approvazione.

Dimostrati accessibile e flessibile

La comprensione può essere importante per mantenere alte le prestazioni aziendali e ad oggi è più che mai necessaria. Se le organizzazioni vogliono preservare la produttività, devono sostenere una cultura del lavoro sana ed equilibrata, anche ora che le persone lavorano da casa.

Mostrare comprensione per la situazione di ciascun lavoratore remoto e rispettare le diverse esigenze di ognuno, è fondamentale. I datori di lavoro devono riconoscere che:

  • alcuni dipendenti sono genitori o tutori e occasionalmente vengono interrotti da impegni familiari
  • alcuni dipendenti preferiranno fare acquisti durante l'orario di lavoro per evitare lunghe code o affollamenti
  • alcuni senza il lusso di un giardino sul retro dovranno uscire per un'ora per fare una pausa
  • alcuni avranno bisogno di più tempo per adattarsi al lavoro a distanza.

L’empatia aiuta a costruire fiducia e positività all'interno dei team. Questo approccio darà alla tua forza lavoro una continua disponibilità a lavorare sodo e semplificherà l’adattamento al lavoro a distanza.

Quest’articolo è stato scritto da Martina Tattini, Responsabile Marketing di Cezanne HR srl: https://www.linkedin.com/in/martinatattini/

http://cezannehr.com/it/

Lunedì, 15 Giugno 2020. Postato in Risorse umane, Soft Skill

Ultimi articoli

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto