I gesti che se eseguiti in pubblico indicano una cattiva educazione

I gesti che se eseguiti in pubblico indicano una cattiva educazione

Alcuni gesti sono considerati segno di grande maleducazione e sarebbe meglio non eseguirli in pubblico, soprattutto sul luogo di lavoro o in situazioni formali. Le più importanti tipologie di gesti da maleducati sono quelli che indicano scarso rispetto del proprio interlocutore e quelli relativi allo scarso controllo del proprio corpo. Ecco quali sono i principali gesti e comportamenti da evitare in pubblico

Essere educati significa avere rispetto

Alcuni comportamenti e gesti sono segno di cattiva educazione. In qualsiasi contesto, dalla famiglia al lavoro, passando per le cene con gli amici fino a quelle di lavoro, avere rispetto per il prossimo è importantissimo.

Quando un interlocutore sta parlando è importante ascoltare attentamente, o almeno dare l'impressione di farlo, mentre è segno di maleducazione mettersi a parlare senza lasciare prima finire gli altri, cambiare repentinamente argomento o dare chiari segni di disinteresse o di noia, come ad esempio fissare l'orologio o iniziare un'altra discussione con un altro commensale.

Il rispetto non è dovuto solo ai propri superiori, come il capoufficio o una persona più anziana, ma a chiunque. Guardare troppo spesso il cellulare, smaltire la posta o fare telefonate è segno di cattiva educazione, perchè indica disinteresse verso i presenti in favore di qualcuno che al momento non c'è. Al netto di rarissime urgenze improrogabili, sarebbe meglio rimandare letture e risposte a mail, messaggi di WhatsApp e simili a momenti di solitudine.

Lo spazio personale è sacro

Invadere lo spazio personale altrui è segno di eccessiva confidenza e, in contesti formale, indica una cattiva educazione.

Fra questi comportamenti vi sono ad esempio dare pacche sulle spalle a sconosciuti o persone con cui si ha un rapporto puramente formale o concedersi abbracci non graditi. Anche i piccoli scherzi sono segni di assoluta mancanza di rispetto, se non avvengono nell'ambiente e nel contesto giusto.

Lo spazio personale, cioè quello che circonda una persona, è sacro e non andrebbe invaso se non con il consenso dell'altro.

Una persona educata ha il controllo del proprio corpo

Chi non ha il controllo del proprio corpo potrebbe passare per maleducato.

I rumori corporei di qualsiasi natura andrebbero evitati e gli starnuti o i colpi di tosse coperti con la mano. Grattarsi è un bruttissimo segno, perchè per estensione indica un cattivo livello di igiene personale. Grattarsi le parti intime è segno poi di maleducazione ancora maggiore, perchè unisce alla mancanza di pulizia anche l'assenza di rispetto.

Soffiarsi il naso non è vietato e può essere una necessità, ma sarebbe segno di educazione appartarsi, o almeno girarsi, e mettere subito via il fazzoletto evitando di mostrare a tutti il prodotto dei propri sforzi. Una persona educata mostra il proprio corpo in modo ordinato e composto, evitando comportamenti sconvenienti o movimenti scomposti e caotici.

Mangiare a bocca aperta o masticare il chewing gum in modo rumoroso sono considerati comportamenti sconvenienti perchè mettono in mostra la bocca, per di più piena di cibo parzialmente masticato, e perchè generano rumori molesti.

Non sporcarsi le mani

Le mani dovrebbero essere sempre pulite.

I liquidi corporei sono considerati in modo negativo e nessuno vorrebbe entrare in contatto con quelli altrui. Per questi motivi in qualsiasi contesto è segno di grande maleducazione infilarsi nel dita nel naso o in un orecchio, togliersi gli avanzi di cibo dai denti con le dita o tenere comportamenti simili.

Al lavoro e fra amici si stringono mani, si scambiano documenti e oggetti vari e nessuno vorrebbe ritrovarsi le mani imbrattate dei liquidi di qualcun altro, si tratti di semplice saliva o qualcosa di peggio. Non si tratta solo di trasmettere virus o batteri, ma di semplice igiene.

Il modo migliore per capire se un comportamento è segno di cattiva educazione è immaginarsi dall'altra parte: assistere ad un cliente o un fornitore che mette le dita nel naso, si gratta il sedere o le ascelle infilando la mano sotto la camicia e poi la porge per stringerla è qualcosa che a nessuno dovrebbe capitare.

Cosa fare di fronte ad un maleducato

Purtroppo è segno di maleducazione fare notare a qualcuno la sua stessa maleducazione. Per questo motivo trovarsi di fronte a d una persona che si comporta nel modo sbagliato genera imbarazzo: non c'è un modo gentile e delicato di fargli notare il suo modo di fare errato.

Nessuno è contento di generare imbarazzo o disgusto nel prossimo, per cui nel dubbio è sempre meglio evitare tutti i comportamenti a rischio, considerando poi che più un contesto è formale e meno saranno i comportamenti accettati e considerati educati.

Lunedì, 15 Luglio 2019. Postato in Soft Skill, Comunicazione

Articoli più letti

  • Il nuovo Dress Code nel Business

    Il nuovo Dress Code nel Business

    Lo stesso concetto di essere professionali e contemporaneamente comodi vale anche per le donne, per le quali è magari più facile lasciare spazio alla propria personalità aggiungendo quel tocco in più con gli accessori per completare il proprio look casual business.

  • La concorrenza sleale: come si manifesta e come difendersi.

    La concorrenza sleale: come si manifesta e come difendersi.

    La concorrenza è il fondamento del mercato e della vita delle aziende che operano al suo interno e assicura che il confronto tra le imprese avvenga in base ai prodotti o ai servizi offerti ai consumatori e ai prezzi che vengono praticati. Un mercato concorrenziale stimola inoltre le

  • L’Associazione Temporanea di Impresa

    L’Associazione Temporanea di Impresa

    Si parla di Associazione Temporanea di Imprese o A.T.I. quando più imprese si uniscono per partecipare insieme alla realizzazione di uno specifico progetto, per il quale individualmente le stesse non possiedono tutte le competenze operative o le caratteristiche necessarie per la sua realizzazione.

     

  • Procurement, una funzione sottovalutata

    Procurement, una funzione sottovalutata

    Quando si pensa alle funzioni strategiche all’interno di un’organizzazione, vengono alla mente quelle aree o dipartimenti che hanno a che fare con i clienti: marketing, vendite, business development e, grazie alla rivoluzione digital, l’IT. Più lontani, a livello di visione strategica, restano, agli occhi dei più, le Risorse Umane e il Procurement, quest’ultimo considerato più una 

  • Soft skills: un modello di valutazione delle competenze manageriali e relazionali

    Soft skills: un modello di valutazione delle competenze manageriali e relazionali

    Le Aziende, sia del comparto industriale che dei servizi, hanno sempre ricercato modelli efficaci per valutare le competenze manageriali ...

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto