Cinque funzionalità chiave per pianificare la supply chain nel fashion

Cinque funzionalità chiave per pianificare la supply chain nel fashion

Mentre le catene di approvvigionamento continuano a lottare con la volatilità e le perturbazioni post-pandemia, i brand della moda, che hanno affrontato importanti rischi durante la pandemia a causa del lockdown, si stanno ora attrezzando per una pianificazione della supply chain più efficiente con l'obiettivo finale di garantirsi una maggiore agilità e un vantaggio competitivo. Brand come American Eagle Outfitters si sono concentrati su ottimizzazione e flessibilità dell'inventario, trasformazione della supply chain, ridotto numero di SKU e minori spedizioni per ordine, per migliorare le prestazioni della supply chain.

La pandemia ha accelerato i piani di digitalizzazione in più settori secondo il sondaggio “Digital Transformation in Supply Chain Planning” condotto da ToolsGroup e CSCMP. I leader della supply chain si affidano alle tecnologie per tenere il passo con l'evoluzione del comportamento dei clienti, il principale motore della trasformazione digitale della supply chain. Armati della giusta tecnologia di pianificazione per le loro esigenze di settore, i brand della moda possono migliorare la disponibilità di prodotto, ridurre lo stock e l’invenduto di fine stagione, ridurre i tempi di consegna e mantenere un magazzino snello massimizzando le vendite.

La sincronizzazione della domanda e dell'offerta attraverso una supply chain globale dinamica richiede la capacità di gestire le diverse esigenze di più canali di vendita al dettaglio, la domanda stagionale, i cambiamenti della moda e i vincoli di capacità. Inoltre, la maggior parte delle aziende combina collezioni stagionali in rapida evoluzione con prodotti continui più duraturi, creando almeno due diversi flussi paralleli per la domanda e i processi di inventario, ognuno con la propria logica. Esaminiamo quindi alcune funzionalità chiave nella pianificazione della supply chain fashion e le tecnologie che le supportano.

1. Pianificazione del merchandise stagionale per la collezione

Mentre le aziende che vendono articoli orientati alla moda pianificano le loro collezioni, il software di pianificazione della domanda e l’analisi dei dati possono aiutare a identificare le tendenze e la potenziale domanda da parte dei social influencer e di Internet. Poiché in questo settore le previsioni di domanda sono difficili basandosi esclusivamente su dati "percepiti" senza una cronologia delle vendite, le aziende possono anche identificare gli articoli da collezioni precedenti e modelli di vendita con attributi simili. Quindi, utilizzando l'analisi web e la "ponderazione" di questi attributi, possono prevedere le probabili prestazioni del lancio del prodotto, creando profili di domanda più dettagliati per singole categorie, sottocategorie e marchi.

2. Definizione dell'assortimento a livello di singolo articolo, canale e negozio

Il successo nella moda dipende dalla suddivisione delle previsioni di domanda in livelli più elevati di dettaglio dell'assortimento, inclusi materiali, dimensioni, colore e canali di vendita. I sistemi di modellazione della domanda con pianificazione basata sugli attributi possono disaggregare il piano di merce fino all'unità di magazzino e a livello di posizione dell'articolo, prevedendo la domanda attesa che determina l'assortimento dei prodotti presentati in ciascun tipo di negozio. Ad esempio, i punti vendita situati nei centri commerciali potrebbero avere un assortimento; i negozi nelle vie dello shopping più centrali un altro. Ciò è particolarmente importante per le "pre-confezioni"-combo degli stessi articoli in diversi colori e dimensioni, in modo che la loro allocazione iniziale corrisponda alla domanda effettiva dei clienti sia per gli articoli stessi, sia per le scorte che devono essere disponibili, sia nel negozio per i clienti in loco che in un centro di distribuzione per gli acquirenti online. Dopo l’approvvigionamento, il software di pianificazione aggiorna lo stock calcolando continuamente il livello di servizio ottimale per soddisfare la domanda mentre si sposta tra i canali per ridurre al minimo i ribassi e l'obsolescenza.

3. Pianificazione operativa durante la stagione per un rapido riapprovvigionamento in base ai segnali di vendita

Il riapprovvigionamento rapido si basa su uno stretto collegamento tra il software di pianificazione della domanda e i dati giornalieri del punto vendita, per tradurre continuamente le previsioni in proposte di riapprovvigionamento specifiche del canale e del negozio che capitalizzano su finestre di vendita strette. Un motore di machine learning nella vendita al dettaglio può aiutare ad adattare automaticamente le previsioni in corso “percependo” la domanda che guida il riapprovvigionamento tempestivo in stagione. Questo deep learning può "decodificare" i dati relativi alla domanda, strutturati e non strutturati (social media, web), analizzando le variabili, le interazioni e i modelli complessi per individuare i profili di domanda attesi in stagione per articolo e per negozio.

4. Ottimizzazione del margine tramite un tempestivo ribilanciamento delle scorte tra i canali

La possibilità di rilevare l’andamento delle vendite rivela anche opportunità per ottimizzare il margine evitando rotture e scorte in eccesso. La moda include prodotti che non si muovono rapidamente, ma sono importanti per la redditività. La pianificazione della domanda tradizionale prevede i buffer di sicurezza in base ai normali modelli di domanda. Ma questo non funziona per gli articoli che si muovono lentamente. Una pianificazione della domanda più avanzata può modellare la probabile "forma" della domanda di questi prodotti a bassa rotazione, creando modelli accurati di domanda e scorte per gestire i prodotti con livelli di servizio affidabili.

5. La modellazione scalabile

La modellazione altamente scalabile è fondamentale nel multicanale, dove il software deve elaborare una vasta gamma di articoli che possono proliferare molto velocemente in una collezione e fino al livello del negozio. Questo è vero sia per la modellazione della domanda (come descritto sopra) che per l'ottimizzazione dell'inventario che crea il giusto mix di scorte necessario per servire reti di distribuzione che possono arrivare fino a milioni di SKU-Location. Aiuta a garantire una elevata disponibilità di prodotto in stagione, riducendo gli sconti di fine stagione che tagliano i margini lordi.

http://www.toolsgroup.com

Lunedì, 25 Ottobre 2021. Postato in Hard Skill, Supply Chain e Procurement

Ultimi articoli

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto