Le sei competenze da possedere per essere veri Responsabili della Supply Chain

Le sei competenze da possedere per essere veri Responsabili della Supply Chain

Una visione globale della catena logistica, dal fornitore del nostro fornitore al cliente del nostro cliente è l'elemento base per l'ottimizzazione della Supply Chain. Questo modo di vedere la catena logistica pone l'Azienda al centro di un insieme di flussi, d'acquisto, di produzione e di vendita.

Coloro che sapranno gestire una Supply Chain globale e le relative operations sono destinati a fare molto bene negli anni a venire.

Ma quali competenze servono per diventare, nel futuro, un ottimo responsabile della Supply Chain? Secondo recenti studi sembra che ci siano sei ampie categorie di competenze da possedere per essere veri leader in questo settore:


1. Operations

La più ovvia, è l'insieme delle competenze di base: la pianificazione, la gestione delle risorse, l'implementazione dei progetti di miglioramento e la misurazione delle performance.

Quello che c'è di nuovo è la difficile comprensione delle logiche che sottendono a una Supply Chain globale; una cosa nuova e completamente differente dal passato che richiede la piena comprensione delle dinamiche di network. L'individuazione di uno schema logistico/produttivo che sia in grado di garantire un livello di servizio eccellente minimizzando, al contempo, il complesso dei costi relativi (produzione, magazzini, scorte, trasporti), risulta essere un passo strategico nonché un esercizio, oggi, altamente sfidante. Definire e gestire il network distributivo con successo è possibile solamente disponendo di un metodo adeguato e della conoscenza delle più attuali tecniche manageriali e degli strumenti di analisi ed operativi più prestanti (spesso in questi casi si fa ricorso a società di consulenza specializzate).

In passato ci si è concentrati molto sulla pianificazione, ma questa non è più sufficiente. L'economia globale ha innescato un processo di ricerca geografica dei luoghi di produzione più vantaggiosi e, parallelamente, ha aperto nuovi mercati di consumo. In questa condizione diventa essenziale, per l'impresa, dominare il flusso fisico e informativo legato all'approvvigionamento, trasformazione e distribuzione del prodotto. Il compito del Responsabile della Supply Chain è essere dirigente di questi processi, gestire e coordinare le risorse umane, tecnologiche ed economiche. Gli obiettivi sono ambiziosi, le competenze necessarie più ampie che in passato, la sensibilità umana indispensabile.

2. Finanza

Storicamente parte del bagaglio di competenze di base. I responsabili della Supply Chain devono comprendere come le attività operative abbiano un forte impatto sui profitti. La declinazione delle principali tecniche di controllo di gestione all'area funzionale della Supply Chain offre la grande opportunità di comprendere le implicazioni economiche finanziare dell'operatività logistico/produttiva e di attivare quindi un sistema di controllo volto al costante miglioramento dei risultati.

Le risorse che operano nella Supply Chain devono acquisire diverse nuove competenze per esempio relativamente al processo "procure-to-pay" in quanto il miglioramento di questa fase è strettamente legata ai risultati finanziari, al modo in cui i prodotti vengono pagati, alla solvibilità dei fornitori e alle opzioni di finanziamento delle scorte.

3. IT

Incredibilmente, molte grandi aziende usano ancora mail e fogli di calcolo per eseguire buona parte delle attività legate alla loro Supply Chain. Ma tutto questo sta cambiando. Basta dare un'occhiata agli stessi sponsor del nostro portale per accorgerci che esistono (e si stanno radicando) diversi tools che possono mettere letteralmente il turbo alla nostra Supply Chain: software per la collaborazione di filiera, per l'ottimizzazione degli acquisti indiretti (ProcOut), per il S&OP (come quello proposto da Tooslgroup), per la pianificazione della produzione (Qualitas e Plannet), per la gestione operativa del magazzino (Kube e Incas) e per l'ottimizzazione dei trasporti (PTV).

I responsabili della Supply Chain devono avere conoscenze informatiche che vadano oltre i software ERP tradizionali, in quanto queste decisioni saranno alla base dei loro futuri successi (i modelli di network tecnologici e la qualità dei dati saranno le vere chiavi del successo).

4. Marketing

normalmente la Supply Chain di un'azienda si concentra molto sulla "difesa", reagendo a problemi imprevisti e garantendo che le operazioni si svolgano regolarmente. Il marketing è un veicolo per passare dalla difesa all'attacco: è necessario diffondere un messaggio nitido di eccellenza operativa, che porta valore in primis ai clienti e conseguentemente anche agli azionisti. È quello che troppo poche aziende fanno oggi, ma che i veri leader del settore comprendono pienamente.

5. Gestire le relazioni

Le Supply Chain del futuro (ma in molti casi anche le attuali) coinvolgono molti attori: alcuni interni alle azienda, ma magari localizzati in aree geografiche molto diverse, altri esterni come outsourcer (siano essi terzisti produttivi, trasportatori o 3PL). Il Responsabile della Supply Chain deve quindi saper gestire al meglio relazioni complesse e progetti estesi cercando di capire dove avvengono i cambiamenti (a livello locale o globale? All'interno o all'esterno dell'azienda?).

6. Innovazione

Una delle parole chiave più attuali ma anche un'attitudine fondamentale per garantire competitività e successo ad un'azienda. Spetta al Responsabile della Supply Chain costruire un ambiente di lavoro nel quale l'innovazione possa sempre prosperare analizzando la capacità del suo team di cavalcare le nuove tendenze e incoraggiando i collaboratori ad essere creativi trovando nuove idee. In effetti, come sostiene anche Zuckerberg, "il rischio più grande è quello di non prendere nessun rischio".

In un mondo che sta cambiando molto velocemente, l'unica strategia che garantisce il fallimento è quella di non correre rischi.

Le persone che padroneggeranno tutte queste competenze non saranno leader solo nella Supply Chain, ma anche nell'intero contesto aziendale. La Supply Chain è ora un grande settore strategico che genererà sempre più presidenti e amministratori delegati. Si chieda a Tim Cook di Apple ...

Lunedì, 18 Gennaio 2016. Postato in LEADERSHIP, Soft Skill, Supply Chain, Supply chain management

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto