Soft skill per l’imprenditore

Soft skill per l’imprenditore

Fare l’imprenditore, o meglio essere imprenditore, è più che un mestiere, è una scelta di vita fatta con l’obiettivo di perseguire una piena realizzazione di sé stessi.

Presupposto fondamentale per poter fare l’imprenditore con successo è quello di essere mossi da una motivazione molto forte che tipicamente comporta:

  • arrivare alla piena consapevolezza del senso che vogliamo dare alla nostra vita
  • essere padroni della gestione del proprio tempo
  • farsi carico di responsabilità nei confronti di altri
  • migliorarsi continuamente

Ti invito anche a riflettere sul fatto che “mettere su” un’ organizzazione, piccola o grande che sia, fondata sulle proprie passioni e su ciò che ci piace veramente fare, non è da intendersi solamente come un lavoro ma come un’opera sociale: con questo approccio, anche l’equilibrio vita-lavoro diventa molto meno problematico e più facilmente raggiungibile.

“Fai un lavoro che ti piace e non lavorerai nemmeno un giorno”

(Confucio)

L’imprenditore non dovrebbe essere mosso da soli scopi strettamente personali: il buon imprenditore deve guardare alla sfera del sociale in quanto lui è responsabile del suo team, dei clienti che utilizzano il suo prodotto o servizio, di chi finanzia l’attività e dei fornitori a cui si rivolge.

Come fare l’imprenditore?

Non esiste una procedura standard e consolidata per diventare imprenditori. C’è chi lo fa per passione, c’è chi lo fa per necessità, e c’è chi lo fa per realizzare un sogno. Quello che differenzia queste tre categorie di imprenditori è la motivazione: questa deve stimolare e deve essere sempre alimentata sia da fattori riguardanti il business sia da fattori emotivi e di gratificazione perché l’imprenditore non è una professione ma è un modo di essere e di concepire il proprio rapporto con gli altri, come abbiamo già detto in precedenza.

In generale, qualunque sia la via per la quale si giunge alla creazione d’impresa, un importante fattore di successo è rappresentato dalla stretta interrelazione tra competenze tecniche, capacità organizzative e gestione dei rapporti interpersonali, che solo l’imprenditore in quanto tale può assicurare.

Il tema del fallimento

Vorrei brevemente spendere alcune parole sul tema del fallimento perché ritengo che abbia nella nostra cultura imprenditoriale un’univoca e negativa accezione, su cui vorrei aprire un punto di riflessione.

Il percorso da intraprendere quando si avvia e successivamente si conduce un’impresa, quasi sempre è pieno di difficoltà, talvolta insormontabili, almeno in quel momento, che si traducono in fallimenti: ma è necessario essere capaci di tradurre questi fallimenti in insegnamenti per il futuro.

Occorre cioè non abbattersi, cambiare strada, continuare a crederci e ri-provarci con maggior entusiasmo e motivazione, magari prendendo strade e percorsi diversi: perché sono solo favole i racconti di imprenditori dove tutto è immediato, fila liscio e giungono al successo velocemente.

La storia ci insegna che quasi sempre, prima di arrivare al successo, si passa inevitabilmente attraverso tanti insuccessi.

Il successo è passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo

(Winston Churchill)

Infine, ma non certo ultimo per importanza, vorrei sottolineare che non è l’imprenditore che fallisce, ma la sua impresa: nella nostra cultura purtroppo siamo portati a personalizzare il fallimento, facendone così una questione soggettiva con ricadute devastanti sull’autostima dell’imprenditore se non addirittura drammatiche e tali da comprometterne l’esistenza. Come abbiamo detto molto spesso il fallimento è funzionale ad una “crescita” necessaria, l’importante, come dice chi se ne intende…

Fail fast, restart faster!!

Le competenze caratteristiche dell’imprenditore

Vediamo sinteticamente quali dovrebbero essere le competenze “soft” caratteristiche dell’imprenditore, senza avere la pretesa di fornire una trattazione esaustiva in merito al tema:

  • Ottimismo
  • Problem solving
  • Resilienza
  • Creatività
  • Disciplina
  • Ottimismo

Inteso come la capacità di dare una spiegazione efficace ai problemi e difficoltà incontrate, circoscrivendole e non dando loro la possibilità di condizionarci ulteriormente in modo negativo.

  • Problem solving

La capacità di fornire possibili alternative di soluzione ad un problema, stimandone l’implicazione sui risultati attesi. È la tendenza a fornire soluzioni concrete che ottimizzino le attività in risposta ai vincoli oggettivi presenti e non modificabili nel breve periodo.

  • Resilienza

La capacità di riprendersi velocemente e senza conseguenze da eventi e circostanze negativi, ovvero la capacità di superare indenni le avversità ed i “colpi bassi” che la vita imprenditoriale generalmente riserva.

  • Creatività

La capacità di “vedere” le cose prima nella propria mente per poterle successivamente trasformare in realtà: è l’attitudine a pensare e vedere le cose (pensieri, realtà e circostanze) in modo trasversale e da punti di osservazione differenti per scoprire e individuare le interconnessioni tra esse.

  • Disciplina

E’ da intendersi come la capacità ed attitudine a darsi regole e metodi, introducendo nel proprio quotidiano, sino a farla diventare un’abitudine consolidata , la prassi di svolgere determinate attività in modo prestabilito e sistematico, senza improvvisare e derogando il meno possibile.

Le competenze sopra descritte dovrebbero essere, a mio avviso, declinate sullo sfondo di una indistruttibile fiducia in sé stessi e di una convinzione altrettanto forte che mi inducano a non mettere in discussione la bontà di quello che sto facendo ma che mi aiutino a trovare la strada ed il modo per farlo.

http://www.valuemaker.it/

Lunedì, 24 Luglio 2017. Postato in Marketing vendite

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto