Un volo pindarico nel futuro del web

Un volo pindarico nel futuro del web
Scritto da: Graziano De Maio
Web Designer
 
Adoro quando a pranzo mi ritrovo con i guru di turno, gli "startappari" visionari e chiacchieriamo su quali possano essere i "futuri possibili" nel mondo del web. 
 
Ovviamente mi piace anche leggere cosa dicono gli equivalenti guru americani leggendo su blog e post vari sui Social.
 

Il futuro sarà IOE

 
Le fonti più autorevoli, che purtroppo non sono a pranzo con me :-), parlano di #IoE come la prossima grande rivoluzione.
IoE sta per Internet of everything e determina una nuova era dove tutto, e dico tutto, è connesso a internet. Saranno connesse ad internet le auto, gli elettrodomestici, le telecamere di sorveglianza, le nostre chiavi di casa, la nostra cassaforte, lo zaino, la bicicletta...tutto. Immaginate un lucchetto che si apre e si chiude con lo smartphone via NFC (Near Filed Communication, cioè per contatto) e che se viene mosso ci invia immediatamente un alert sulla nostra app.
 
E' abbastanza facile immaginare che a breve avvieremo il riscaldamento dalla nostra app e faremo partire la lavatrice, scegliendo anche il candeggio :-) e che la domotica non sarà più prerogativa di ricche e costose case ma sarà per tutti.
Non c'è limite alla fantasia una volta che tutto sarà connesso.
 

I siti web spariranno?

 
Capita di parlare del futuro del web sopratutto tra web designer, nello specifico dei siti web e dei social.
Qualche guru sostiene che i siti web andranno a morire e che tutto passerà dai social e dalle app. Le schede di Google business, Google Map, ci forniranno i dati che ci interessano sulle aziende e non dovremo più andare sul sito web? 
 
Troveremo tutto su Google+? Dubito fortemente, i siti web legati ad un dominio personale saranno sempre li centro nevralgico dove le aziende forniranno informazioni sui loro prodotti e servizi pena un appiattimento completo della comunicazione che andrà a favore completo dei colossi che vogliono farci spendere per emergere. 
 

Ci vogliono come pesci nelle reti

 
Quello che non mi piace che possa accadere è il giochino dei pesciolini nella rete. Ti faccio entrare sulla mia piattaforma perchè qui c'è fermento , ti faccio abbandonare tutto il resto perchè ti dimostro che non ne hai bisogno. Quando poi saremo tutti li...tutti uguali e tutti in fila come ordinati soldatini che hanno ubbidito ci faremo la guerra per emergere. Emergere come pesciolini che chiusi in questa rete sono solo un pò più vicini alla superficie. 
 
Pensate che sia assurdo? E' esattamente quello che sta succedendo con Booking e gli Hotel. Tutti gli Hotel sono su Booking perchè lì ottengono prenotazioni, abbandonano completamente l'idea di portare avanti altre strategie di web marketing e piano piano si vedono legati a doppio nodo con il booking engine che chiede commissioni sempre più alte. Ed eccoli stritolati e senza chance se non sottostare alle regole.
 
Dunque siete sicuri che i siti stiano morendo? Non sarebbe meglio dire "qualcuno vorrebbe che i siti morissero"?
Il sito web rimane il posto dove comunichi con le tue regole, con la tua voce, con il tuo stile e non ti adegui. 
 

il futuro degli ecommerce?

 
Un altro futuro possibile è quello legato al mondo degli ecommerce.
Ho la sensazione che stia avvenendo la stessa cosa che sta avvenendo per gli Hotel. Venderemo tutti su Amazon e gli ecommerce aziendali non avranno più senso di esistere? 
 
Il discorso potrebbe essere simile a quello fatto sopra. Se vendo i miei prodotti su Amazon, Amazon prende una commissione; se tutti vendiamo i prodotti su Amazon lui diventa molto ricco e noi ci facciamo la guerra al centesimo come i poveri.
 
La guerra allo sconto, la guerra delle recensioni, per salire di un gradino e vendere un pò di più. Se in un marketplace ci sono 30 aziende che vendono lo stesso prodotto cosa volete che succeda? 
 
Qualcuno può dire:"bene...tanta concorrenza significa prezzi bassi e un vantaggio per i clienti". E se per abbassare i prezzi le aziende dovessero ricorrere a rinunciare alla qualità? Se vincesse chi riesce a produrre a basso costo sfruttando leggi fiscali di paesi remoti o sfruttando manodopera a bassissimo costo? 
 

il futuro dei webdesigner?

 
Anche i web designer rischiano di essere intrappolati in una rete ed essere schiavizzati dalle regole degli aggregatori di servizi ma non solo. Il rischio per chi lavora nel web è che i clienti riescano, grazie a sistemi sempre più userfriendly a "fare da se" tutto.
 
Il sito "fai da te", Adwords "fai da te", l'email marketing "fai da te" e così via. Per risparmiare qualcosa le persone utilizzeranno sistemi autogestiti che porteranno a risultati mediocri e deludenti con la conseguenza di non ottenere risultati, pensare che le strategie non funzionaino ed essere attratti sempre di più verso quelle reti di cui parlavamo prima dove c'è fermento...ed ecco ancora i pesciolini nella rete, tutti in fila tutti uguali.
 
Va bene! Quindi allora tutti su facebook, tutti in fila, tutti impegnati ad avere un'immagine di copertina un pò accattivante perchè è solo li che posso fare la differenza, lì e in pochi altri punti. 
 
Quando è arrivato Internet verso il 2000 subito ho pensato: questa è la volta buona che le persone potranno unirsi ed avere una voce unica e cambiare il mondo. Tutti i poveri potranno dire "troviamoci la, a quell'ora e urliamo il nostro scontento e cambiamo il mondo" .
 
Sembra invece che anche in internet agiscano delle forze e ci siano delle regole che riescono a suddividere tutto in pochi che vincono e tanti che perdono come da sempre è il mondo.
 
graziano de maio piccolaGraziano De Maio
Web Designer

 

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto