Management non è altro che motivare altra gente

Management non è altro che motivare altra gente

Quando si parla di azienda è difficile non trovare un legame che metta in relazione l'attività imprenditoriale con la figura del manager. Se, secondo la terminologia economica, il manager è colui che si occupa dell'amministrazione, della gestione e della direzione di un'impresa il nesso logico è immediato visto che, attualmente, non c'è una grande impresa che non sia strettamente legata ad un manager.

In effetti la figura del manager è unita con l'azienda in una simbiosi dove l'uno è il riflesso dell'altra e in cui qualsiasi risultato atteso (che sia esso misurabile in termini di profitto o di perdite) non sia il frutto di una scelta strategica del primo. Ovviamente le funzioni del manager non sono legate solo alla responsabilità dell'attività imprenditoriale, ma si estrinsecano in una serie di compiti trasversali non sempre trattati dai testi che si occupano di management.

Quali sono le funzioni secondarie del management

Dirigere un'impresa significa pianificare ogni aspetto nel minimo dettaglio considerando fattori che apparentemente sembrano imprescindibili fra loro. Ad esempio si è abituati a vedere il manager come colui che impartisce ordini e distribuisce funzioni alle risorse umane pretendendo di raggiungere gli obiettivi prefissati periodicamente. Il legame fra manager e personale addetto al lavoro si distacca creando due figure a se stanti lontane fra loro dove la prima (quella del direttore) è sovraordinata rispetto alla seconda (quella dei dipendenti).

Tale concezione apparentemente funziona poiché il manager deve amministrare e gestire un'impresa, ma nella realtà dei fatti i conti sembrano non tornare soprattutto quando la divergenza è notevole. Sia il manager che il personale rappresentano l'identità dell'impresa e, come tale, entrambi devono interagire fra loro per la prosecuzione dell'attività aziendale. In questo modo al manager spetterà anche il compito di influire sulle risorse umane adottando uno stile di leadership che sia prevalentemente democratica e non incentrata sull'autoritarismo e la superiorità: solo così i rapporti interni saranno improntati su una continua collaborazione e basati sulla massima fiducia.

Cosa significa leadership democratica

La democrazia è una forma di governo che garantisce la partecipazione di tutti allo sviluppo di un territorio: tale principio, applicato alle imprese, consente di trovare le soluzioni ad ogni problema permettendo l'intervento da parte del personale. Un manager può dirigere l'azienda, ma non sempre ha chiari quali siano quei fattori che influiscono negativamente sulla produttività dell'impresa. Può evincerlo dall'analisi del bilancio, oppure dalle statistiche ma concretamente presumerà che fonte dei problemi siano ben altri da quelli effettivi.

Il personale, strutturato in funzioni diverse (che vanno dai responsabili di aree e reparti fino al tecnico, all'operaio, al segretario) può avere accesso ad una serie di informazioni dettagliate rispetto al manager e può conoscere dettagliatamente cause e concause dei problemi in azienda. L'interazione permetterà di ovviare a qualsiasi ostacolo poiché il manager avrà modo di sfruttare quanto sia in suo potere per superare tutte le avversità. A sua volta il personale può partecipare nell'azienda in prima persona, sentendosi parte integrante quasi come se fosse una famiglia.

Come creare rapporti con il personale

Sicuramente attraverso un'interazione continua in cui il personale ha modo di esprimere i propri pareri all'interno dell'azienda creando un clima di fiducia e non di ansia e di paura. Ma fra le varie tecniche che potrebbero essere adottate al fine di migliorare la gestione delle risorse umane gli esperti sembrano concordare con la necessità di motivare costantemente i lavoratori con lo scopo di trarre il meglio dalla loro collaborazione.

Motivare significa, in linea di massima, incentivare attraverso riconoscimenti, scatti di carriera, partecipazione attiva alla vita aziendale, premi elargiti quando gli obiettivi vengono largamente superati oppure laddove il dipendente tiene un comportamento volto al rispetto degli altri. Motivare il personale inoltre, apporta notevole vantaggio per l'impresa poiché, facendo leva sulla sfera psicologica della persona, si aiuta quest'ultima a migliorare la propria autostima oltre ad amare il lavoro per cui è preposta. La motivazione è l'input per rendere competitiva un'impresa e rappresenta un fattore indissolubile con la leadership di un manager.

Perché motivare è così importante

Quando si è costretti a vivere una situazione di forte stress, sia fisico che morale, le ripercussioni sono tutte a danno della psiche che si troverà a sorbire momenti di sconfitta personale, di apatia e di indifferenza nei confronti delle varie attività. Sul posto di lavoro gli effetti sono ancor più visibili poiché il dipendente adempierà malvolentieri ad ogni tipo di compito che gli viene richiesto. L'indolenza incide sul profitto che sorbirà questa negatività in termini economici: le risorse non vengono ottimizzate in maniera adeguata costando di gran lunga sul budget dell'impresa.

Un lavoratore soddisfatto, incentivato dai suoi superiori, è una persona che affronta con benevolenza anche gli aspetti più ostici del suo lavoro, trovando egli stesso la soluzione ai problemi poiché si sentirà protagonista dell'azienda. E non un semplice dipendente. Cercherà di attenersi alle linee guida, anche facendo oltre ciò che gli spetta qualora la prospettiva futura fosse quella di ottenere benefici per il lavoro svolto. La motivazione fa emergere la parte migliore delle persone che interagiranno l'un l'altro con positività.

Quali sono le tecniche motivazionali

Tra le varie tecniche attualmente adottate da numerose aziende, a prescindere dall'attività da essi svolta (che sia incentrata sulla produzione di beni o sull'offerta di servizi), quella ampiamente riconosciuta è il brainstorming a cui viene riconosciuto l'elevato grado di creatività. La partecipazione del personale è garantita ed ognuno avrà modo di avanzare proposte e soluzioni dinanzi ad un problema affrontato in sede di riunione. Il compito del brainstorming consiste nel far emergere l'idea migliore ma, trattandosi di una collaborazione multifunzionale, ogni persona si sente partecipe dell'attività, posta sullo stesso livello degli altri partecipanti.

Nelle sedute di barinstorming si discute, ci si confronta, si avanzano ipotesi e soluzioni, si coinvolgono diverse figure professionali, si apprezzano le proposte sollevate e i dubbi vengono trattati in maniera equa eliminando le disparità fra personale e manager. Non esistono livelli e differenze mentre ognuno potrà sentirsi libero di esprimere una propria idea, sentendosi parte dell'anima dell'azienda.

Lunedì, 14 Maggio 2018. Postato in Accade nel mondo, News

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto